CENTRI STUDI E POLITICA ASSOCIATIVA


CENTRO STUDI E POLITICA ASSOCIATIVA

I centri studi sono strutture permanenti dei distretti italiani
preposti all’informazione e alla divulgazione del Lionismo; essi nascono come laboratori di pensiero, incubatori di idee aggiornate e correlate
al momento storico, poiché le difficoltà attuali impongono uno studio
e un’analisi attenta dei cambiamenti della società. Oggi che altre strutture sono preposte alla formazione e allo sviluppo dei
service, il centro studi si può concentrare su altri compiti specifici,di cui menzioniamo solo alcuni:
1)L’esame e la valutazione di compatibilità ed ammissibilità rispetto
agli scopi del Lions International di service e dei temi
distrettuali proposti dai club del distretto e l’organizzazione di convegni seminari e dibattiti per l’approfondimento dei temi presi in esame dal centro e dei temi di studio operativi distrettuali e multi distrettuale.

2)Il recepimento di modifiche statutarie provenienti dalla sede centrale e
il relativo adeguamento dello statuto e regolamento del distretto e di
club con decorrenza immediata.

 3)Il monitoraggio delle legislazioni afferenti alle finalità dell’associazione.( Terzo Settore)

4)Lo studio e la diffusione della
cultura Lionistica finalizzata ad attività di proposte civili e
sociali  per le problematiche della comunità

 Ovviamente per assolvere a tali e vari compiti, il centro raccoglie dati,
fa ricerche ,elabora risultati, da presentare al congresso distrettuale.Ma la vera e propria finalità dei centri, la loro peculiarità è essere la coscienza critica della società italiana , come affermava il PIP Pino Grimaldi ,che rivendicava all’associazione la funzione di “diagnosticare e prospettare soluzioni per tutti quelli storti modi di essere della società dei quali ogni
giorno ci lagniamo.”, funzione che si rivela tuttora indispensabile.

 Anche quest’anno si è tenuto il consueto incontro tra i rappresentanti dei centro studi dei distretti italiani a Roma sabato 2 febbraio 2019. Finalità di questi incontri è sostanzialmente  quello di promuovere ricerche e programmi comuni attraverso il confronto tra le molteplici esperienze maturate nei rispettivi distretti. Si è cominciato confrontando i vari regolamenti dei centro studi cercando di individuare articoli comuni che possano essere inseriti in  tutti i
regolamenti favorendo così un omogeneità di norme condivise.
Poi vi è stato uno scambio di esperienze, attraverso il quale ognuno ha narrato il  vissuto   e l’evoluzione dei centro studi nel tempo ( l’abolizione della funzione di interessarsi della soddisfazione dei soci , ormai argomento di interesse del GMT,l’inserimento dei Leo nella struttura distrettuale, l’inserimento   in alcuni distretti del IVG e IIVG all’interno della struttura,ecc.).

Quindi si è passati a discutere della funzione peculiare dei centri : essere la coscienza critica della società e perciò chiedersi cosa potrebbe e può fare l’associazione, nata per divulgare valori e professionalità, per favorire lo sviluppo sociale ed economico del territorio,raccogliendo  quella componente culturale che costituisce il capitale sociale  di ogni comunità.

E’ questa la prossima  scommessa dei centro Studi : essere funzionale e di supporto all’associazione per sviluppare quei comportamenti che rappresentano nel modo migliore i valori  condivisi nel codice dell’etica lionistica, per rispondere alle necessità del territorio,stimolando azioni che coinvolgano tutti i soci in modo da farli sentire fondamentali e personalmente responsabili  per la realizzazione del bene collettivo.

In pratica  collaborare a coordinare una task force per creare uno spirito associativo per una politica di vero servizio alla comunità,che solo i Lions per statuto,per i valori tramandati, per le attività svolte,possono e devono  sostenere e realizzare.

Il prossimo incontro, come avvenuto anche lo scorso anno, si terrà, in occasione del Congresso Nazionale , con l’ auspicio  che il “Centro Studi” possa essere costituito anche nei restanti quattro distretti e che tali iniziative, sostenute e condivise a livello distrettuale, trovino la  condivisione dell’intero Consiglio dei Governatori , riconoscendone la validità strategica , a livello multidistrettuale, per la diffusione della cultura lionistica .

EMMA FERRANTE                         SALVO INGRASSIA